Export FAQ numero 8: disponiamo di risorse finanziarie adeguate per affrontare i mercati internazionali?

La strategia di internazionalizzazione può essere costosa, e soprattutto le PMI fin dall’inizio si pongono questa domanda:

avrò la capacità di sostenere finanziariamente questa strategia, e dove posso andare a reperire i capitali necessari?

A questo riguardo mi sento di dare due consigli (più uno).

Il primo è quello di valutare bene fin dall’inizio il fabbisogno finanziario dell’azienda riguardante il progetto di internazionalizzazione, e l’impatto che avrà sulla situazione patrimoniale aziendale. Si deve considerare anche il fattore rischio di operare sui mercati esteri,

Il secondo consiglio, nel caso l’azienda non abbia sufficienti risorse proprie, è di considerare per l’accesso al credito un ventaglio di possibilità. Oltre alle banche e agli istituti finanziari, si devono prendere in considerazione tutta una serie di agevolazioni e di incentivi che vengono proposti da organismi come il Ministero del Commercio con l’Estero e le Camere di Commercio. Senza trascurare il ricorso a SIMEST, che opera per conto della Cassa Depositi e Prestiti.

Su questo ultimo aspetto arriva il terzo consiglio, che è quello di farsi aiutare da degli specialisti di settore.

Vuoi acquisire il metodo e gli strumenti per mettere in atto una strategia di internazionalizzazione veramente efficace?

SCOPRI IL WORKSHOP GOABROAD©

Lascia un commento